Se hai un eCommerce o se hai intenzione di aprirne uno o se hai il tuo sito web aziendale, probabilmente avrai già sentito parlare di user experience.

Ma se non l’hai mai sentita prima, ti suggerisco di dare un occhio all’articolo user centered design: come sfruttala nel tuo sito che potrebbe esserti utile per entrare in questo mondo.

In questo articolo cercherò di darti tutte le informazioni utili che ti permetteranno di trovare i difetti della concorrenza e trasformarli in vantaggi per te. Si hai capito bene!

Ma prima..

 

L’user experience per i tuoi utenti

Se il tuo scopo è quello di rispondere ad una eventuale domanda di un determinato target (e me lo auguro fortemente), è molto probabile che tu abbia già in mente chi sia il tuo pubblico ideale.

Immagino che sai già quali siano i suoi dubbi, cosa lo tiene sveglio la notte, quali sono i suoi problemi e in che modo le soluzioni attuali non lo soddisfano affatto.

La prima cosa da definire e rendere cristallina, strettamente collegata agli obiettivi del tuo business, è proprio capire cosa puoi offrire in più rispetto agli altri.

Quale valore aggiunto ti permette di differenziarti dalla concorrenza e renderti unico agli occhi del tuo cliente? 

LINK: Il tuo Branding è la tua User Experience

 

user experience competitors

 

Perché diciamocelo chiaramente: anche se ti affacci su una fetta di mercato ristretta è quasi impossibile che tu non abbia nessun competitors. E grazie al tuo valore aggiunto potrai assicurati la tua nicchia.

Ma se invece all’orizzonte non hai nessuno che vuole rubarti la tua audience, vuol dire che:

  • sei molto fortunato e avrai un grande vantaggio sui futuri competitors che arriveranno dopo di te
  • visto che la nicchia è praticamente nuova, non avrai nemmeno chi è interessato a quello che offri (almeno per ora) visto che nessuno conoscerà ancora il tuo prodotto o servizio.

Ma immaginiamo che tu ti ritrovi alcuni competeitors con cui fare i conti. Dai almeno un paio devi averli 😉

Che vantaggi possiamo trarre da loro? In che modo potranno aiutarci anziché essere d’ostacolo?

 

Studia l’user experience dei tuoi competitors

Avendo la concorrenza che ha già mosso i suoi primi passi all’interno dello stesso mercato, potrai benissimo sfruttare le loro esperienze già maturate e risparmiarti molti sbagli iniziali.

Studiali e quindi apprendi dalle soluzioni che già funzionano per la loro nicchia (che poi è anche la tua). Facendo così potrai ricevere informazioni importantissime su come i tuoi competitors:

  • In che modo si presentano al cliente
  • quali soluzioni adottano per trasmettere determinati concetti legati al loro business

Identificare questi aspetti e capire perché sia stata utilizzata una soluzione di quel tipo piuttosto che l’uso di determinate parole o immagini significa avere una panoramica su come gli altri concorrenti cerchino di attrarre gli utenti per farli atterrare sul loro sito.

Fidati, potrà darti molti spunti su cui ragionare per creare la tua mucca viola.

 

Il primo passo?

Per iniziare potresti farti una lista di siti che offrono un prodotto o servizio come il tuo o simile e guardare le caratteristiche che li accomunano.

Non è detto che chi è un tuo competitors nell’offline lo sia anche sul web.

Per farlo sfrutta Mr. Google.

Fai delle ricerche in rete, utilizza parole chiave specifiche che fanno parte del tuo servizio o prodotto. Hai studiato la tua audience, quindi sai anche il loro linguaggio, sfruttalo a tuo vantaggio!

Come già detto prima cerca quindi di identificare quali strategie usano questi siti, che tipo di immagini, che tipo di contenuti pubblicano, quali soluzioni o pacchetti offrono.

Cerca di andare a identificare tutti gli aspetti che possono in qualche modo aiutare l’utente a trovare ciò che sta cercando.

Vendono un prodotto online?

Che tipo di pubblicità fanno e su quali canali?

Come si comportano sui social?

Quali leve applicano per invogliare la navigazione del loro sito o come incentivano l’acquisto?

Capisco che probabilmente non hai ancora l’occhio giusto per trovare dettagli relativi alla customer experience, perché magari sei nuovo e stai iniziando ad approcciarti ora a questo lato oscuro del web.

Apparte gli scherzi, non ti preoccupare, veramente..

Ora ti spiegherò come potrai tranquillamente seguire dei semplici step che ti permetteranno di identificarne gli aspetti principali che quasi sicuramente risultano critici durante la navigazione di un sito compromettendone l’user experience.

Credimi, almeno uno di questi deve esserci. E anche alcuni tips che possono tornar utili.

LINK:L’usabilità del tuo sito web: da dove partire?

 

Se questo post ti sta piacendo lascia un “Mi Piace” sulla mia pagina Facebook

 

Identifica i problemi di usabilità

Guardando i siti dei tuoi competitors dovrai cercare di capire cosa sta funzionando bene attualmente in modo da sfruttarlo anche nel tuo store o sito web.

Ma sopratutto capire ciò che non sta’ affatto funzionando o che magari pensi che possa avere un buon margine di miglioramento.

Oppure semplicemente tu l’avresti fatto diversamente perché sai che i tuoi utenti la pensano in un certo modo.

Sfrutta le loro lacune per offrire un prodotto / servizio che gli altri ancora non hanno e che sia il più completo possibile.

Ma quindi come analizzare l’esperienza utente della concorrenza?

Un metodo molto valido è quello di utilizzare le 10 regole di usabilità di Nielsen di cui ho già parlato nell’articolo Usabilità e UX: come creare contenuti che convertono.

Un metodo schematico che ti permette di esaminare tutti i punti di criticità presenti in un sito che riguardano la customer experience e UX.

Rricordiamoci che nessun sito è perfetto al 100% e, come ho già detto prima, questo è un bene per te visto che sfrutterai queste imperfezioni a tuo favore.

Se siamo di fronte ad un eCommerce, un altro modo per scoprire le dinamiche dei tuoi competitors e su come hanno organizzato la loro immagine online, può essere quello di andare a fare un vero e proprio ordine all’interno del loro store.

Potrà sembrare scorretto, forse lo è..

Ma provare a ordinare qualcosa, capire come funziona la registrazione, il carrello e il checkout possono darti degli spunti per fare dei miglioramenti per facilitare l’acquisto.

Di fatto è come se diventassi tu il loro cliente.

Potrai capire quali strategie hanno utilizzato, se utilizzano coupon di vendita, se fanno determinati sconti su determinate categorie di prodotto o servizio, se ti vendono prodotti correlati all’interno del carrello..

Ma anche quello che è l’aspetto pratico, ovvero capire le dinamiche di queste strategie e come vengono messe in pratica.

Quali mail inviano sito dopo esserti iscritto alla newsletter, e dopo aver acquistato? Ti Propongono altre soluzioni per continuare a comprare?

 

Conclusione

Come vedi può essere un lavoro che ti porterà via molto tempo.

Ma credimi che avere bene in mente come agiscono i tuoi competitors e capire come si posizionano ti permetterà di andare ad esplorare quelle zone che vengono un po’ trascurate.

Ti daranno la direzione giusta da seguire per orientarti nella nicchia di mercato.

Questi aspetti potranno essere considerati puro marketing, ma la user experience è un insieme di materie che dialogano tra di loro e ti permettono di creare un prodotto o servizio utile e usabile.

Scopri di più sulla User Experience con questa guida.

Spero che questo articolo possa darti qualche spunto utile per il tuo sito web o eCommerce in modo da poter offrire ai tuoi utenti un’esperienza unica.

Ma se vuoi veramente mettere il turbo alla tua strategia leggi questo articolo sulla UX strategy e capire perché dovresti adottarla nel il tuo business.