Esperienza utente ed eCommerce: come aumentare le vendite

Il tuo shop online è in una fase di “stallo” e non riesci a vendere? Hai dato all’esperienza utente del tuo eCommerce il giusto peso?

Nonostante una meticolosa analisi del mercato, dopo aver capito chi sia il tuo target principale, creato una strategia digitale e pagato per le sponsorizzazioni ancora non hai avuto nessun tipo di risultato.

Allora molto probabilmente considera il fatto che il tuo eCommerce non ha una buona esperienza d’uso.

Aspetta non dico che il tuo sito è pessimo!

Intendo dire che probabilmente i bisogni del tuo utente non sono abbastanza considerati e per questo non ritiene il tuo sito eCommerce una soluzione valida alle sue intenzioni di acquisto.

In questo post voglio dirti quali aspetti principali considerare per creare il giusto ambiente e favorire la vendita del tuo prodotto.

 

Cosa influisce sull’esperienza utente del tuo eCommerce?

Una domenica di qualche mese fa, visto che pioveva, decido che era ora di rinnovare un po’ il mio guardaroba. Destinazione centro commerciale.

Mentre cammino tra la gente nell’infinito corridoio mi cade l’occhio su una vetrina di un negozio, tutta allestita perfettamente e con delle camicie stupende.

Bene, decido di entrare.

Mi faccio il mio classico giretto cercando di schivare la commessa ed evitare la solita risposta “grazie, do’ solo un’occhiata” e mi avventuro all’interno.

Mi ritrovo in mezzo a montagne di vestiti ammassati sopra a tavoli, pieni di polvere (purtroppo mi accorgo perché sono allergico) e pareti con vestiti appesi senza una logica ben precisa.

Cerco di capire dove possa essere la camicia che avevo visto in vetrina, ma sembra non esserci nulla che vagamente si avvicina.

Ma non riesco nemmeno a capirmi. Sono nella parte del negozio giusta?

Poco dopo mi rassegno e me ne vado salutando.

Un’esperienza utente pessima!

Questo per dire che, in fin dei conti, un eCommerce non ha nulla di diverso rispetto alle regole che esistono nei negozi fisici.

Se non mostri al cliente dove trovare ciò che cerca (con o senza l’aiuto della commessa) è praticamente sicuro che se ne andrà e molto probabilmente non lo rivedrai mai più.

Lo stesso infatti accade in molti eCommerce che si presentano in maniera confusionale e disorganizzata, senza mostrare bene che cosa e per chi vendono.

Nonostante la Casaleggio e Associati mostra in un suo studio che il fatturato del mercato eCommerce in Italia vale circa 31,7 miliardi di euro (circa il 10% rispetto ai dati del 2015), c’è ancora la concezione dell’eCommerce come una cosa banale, e sbrigativa.

Basta mettere qualche prodotto, pagare una pubblicità e i clienti arriveranno correndo. Così divento ricco!

Purtroppo sappiamo che non è così.

Altrimenti tutti aprirebbero un proprio negozio online e si manterrebbero solo con quello.

Sappiamo che il 98% degli acquirenti fa ricerche online su un prodotto prima di decidere se acquistarlo o meno.

Sappiamo che chi entra nel nostro eCommerce non sempre ha già e le idee chiare.

Magari è la prima volta che ci vede. Magari vorrebbe comprare ma non sa dove cercare il prodotto.

Se hai un eCommerce e il tuo intuito da imprenditore digitale ti dice che c’è un qualcosa che forse non funziona come dovrebbe, allora continua a leggere di seguito.

Magari questi aspetti di cui ti parlerò sono già perfette così nel tuo eCommerce, ma almeno sai cosa escludere dalla lista dei problemi.

Vediamo quali caratteristiche non possono mancare in un eCommerce per avere un’ottima esperienza utente.

 

L’UX della tua home page

 

ux home page

 

La home page, vedila come il fulcro dal quale si sviluppa tutto l’eCommerce.

Non è la prima pagina in cui atterra un cliente, perché solitamente chi ti scopre per la prima volta è più facile che ci entri dopo aver visitato una pagina descrittiva del tuo prodotto.

Per questo è cosi importante: è il modo con cui un utente naviga nel tuo eCommerce e il luogo da dove inizia ad esplorarlo.

 

Due cose che non possono mancare nella tua home per massimizzare l’esperienza utente:

 

Unique Value Proposition (UVP)

Mostrerai qui la Unique Value Proposition del tuo eCommerce che sarà chiara, concisa ed esaustiva.

Cos’è la UVP?

Si tratta di una sola frase che racchiude lo scopo del tuo shop online, chi sei e cosa vendi, e anche a chi lo vendi.

Ma sopratutto perché sei diverso da tutti gli altri.

 

Riconoscibilità

A primo impatto l’utente deve capire che si tratta di un eCommerce, deve capire subito che qui si può comprare.

Perché magari vede i prezzi e gli sconti sotto le immagini, perché vede l’icona del carrello, ecc..

Insomma deve riconoscere che è un eCommerce, ma anche che si tratta del TUO eCommerce quindi fai in modo che logo e colori rispecchino la tua identità.

L’utente dovrebbe anche poter capire da subito quali categorie di prodotti vendi in modo facile anche solo attraverso l’uso di immagini.

Così a primo impatto avrà già una panoramica generale del tuo store e potrà capire se si trova effettivamente nel posto giusto.

Se può fare al caso suo, allora dovrà rimanere affascinato dal tuo layout, lo stile e le tue immagini tanto da non resistere alla tentazione di scoprire se c’è qualcosa che gli può servire.

LINK: Home Sweet Home: caratteristiche di una homepage usabile

Esperienza utente e navigazione

 

 

I contenuti del tuo eCommerce devono essere progettati e disposti in modo tale da essere intuitivi per poter dare una buona qualità all’esperienza utente del tuo eCommerce.

Si ok, ma come faccio?

Ci sono diverse tecniche e procedimenti che si utilizzano per studiare e capire in che modo gli utenti percepiscono i termini che si vuole utilizzare per magari rinominare le categorie, e una di queste è il card sorting.

Utilizza anche le regole “non scritte” degli eCommerce come per esempio l’icona del carrello in alto a destra. Questo faciliterà l’orientamento del tuo utente perché lo troverà proprio lì dove se lo aspetta.

Anche la ricerca mediante apposito form deve essere prevista e messa ben in risalto.

È uno strumento molto utile (se non essenziale) per chi magari sa già il nome del prodotto o della categoria.

Non sarà quindi costretto ad andare a cercarselo all’interno delle varie sezioni del sito o utilizzare filtri e quant’altro. Sarà subito indirizzato su quello che sta’ cercando senza distrazioni ulteriori.

Rapido e indolore.

Per finire un’altra cosa da tenere a mente è quello del principio di consistenza.

Ogni interfaccia utente dovrebbe prevedere operazioni simili, attuabili con l’uso di elementi simili, per svolgere compiti simili.

L’utente sarà facilitato nel riconoscimento e si muoverà più consapevolmente all’interno del tuo eCommerce.

Dovrà imparare un unico modo di fare le cose, che applicherà poi a tutti gli altri tipi di operazioni.

Quindi se per filtrare una certa categoria di prodotti il comando è un menu a tendina in alto a destra, questo sistema deve essere replicato tutte le volte in cui si vuole filtrare i prodotti.

LINK: Usabilità e UX: come creare contenuti che convertono

 

Se questo post ti sta’ piacendo lascia un “Mi Piace” sulla mia pagina Facebook

 

Descrivi il tuo prodotto

 

esperienza utente prodotto

 

Nella pagina prodotto ciò che vince sono le immagini e/o video.

Sono loro i protagonisti che raccontano, enfatizzano ed esplorano. Si certo, ci sono anche le descrizioni testuali, ma sai meglio di me che un blocco di testo non ha la stessa importanza di un video fatto bene sopratutto nel web.

Quello che dovrà risaltare subito all’occhio dell’utente sono proprio quelle foto e video che parlano del tuo prodotto.

Evita però di avere troppi stili o formati diversi per i vari prodotti.

Prediligi una certa uniformità con stile e sfondo ripetuta su tutto lo shop.

La tua presentazione risulterà più elegante e meno disordinata, e soprattutto più facile da fruire.

Utilizza tutto quello che serve per far capire quante tipologie dello stesso prodotto ci possono essere.

Se hai più taglie mostralo e mettilo in evidenza, se hai delle varianti disponi un elemento per ogni colore o materiale.

Così l’utente, senza dover cliccare da nessuna parete, ma solo osservando, avrà un quadro generale di quanta scelta c’è ed eventualmente sulla disponibilità del prodotto.

E non dimenticare di utilizzare un linguaggio adatto al tuo pubblico nella descrizione, fa una enorme differenza.

Aiuterà l’utente a sentirsi capito.

 

Un checkout facile

 

esperienza utente checkout

 

Il 60% degli utenti afferma di non concludere un acquisto se non è presente il suo sistema di pagamento preferito.

E la sicurezza di un eCommerce è data anche dal numero di metodi di pagamento (oltre a prevedere dei pagamenti sicuri ovviamente).

Non tanto perché uno è più sicuro di un altro, ma piuttosto perché l’utente si sente sicuro nel utilizzare quel tipo di pagamento.

Se sei abituato ad utilizzare PayPal e il mio sito ti permette di pagare solo con carta di credito, capisci bene che ti sentiresti un po’ in difficoltà a cambiare la tua abitudine, vero?

E se non sono capace di continuare nel pagamento? E se non conosco i codici per abilitare il pagamento?

Capisci che possono nascere molti dubbi che fanno la differenza tra una vendita e un carrello abbandonato.

Lo scopo è sempre quello di rendere il precorso agli utenti facile e con meno frizioni possibili, anche se queste frizioni a volte servono.

 

Assistenza in tempo reale

Durante tutto il customer journey, nel tuo utente potrebbero nascere dei dubbi o delle domande per esempio in merito alla tua offerta o per saperne di più sulla spedizione.

Probabilmente andrà a cercarsi la risposta nella sezione aiuto. Sempre se sia chiaro e ben visibile dove trovarla e dando per scontato che ci sia.

Ma pensa invece quanto più potente è una livechat.

Chiaramente non può sostituire una sezione ben strutturata di FAQ (attualmente).

Ma una iconica sempre presente durante la navigazione, dove l’utente inserisce la sua domanda e l’assistenza risponde per aiutarlo e guidarlo in tempo reale, questa si che aumenta l’esperienza utente.

Non puoi avere una persona che risponde tutto il giorno 24/7? Nessun problema!

Ci pensa il BOT!

Una live chat con domande e risposte pre-impostate che possono aiutare il tuo utente a trovare la giusta soluzione.

Non siamo ancora al livello di poter fare delle domande aperte e ricevere risposte sensate, ma la direzione è proprio quella.

Sempre più si vedono le aziende introdurre questi BOT per aumentare l’user experince dell’eCommerce.

Non credere a me, credi ai dati.

I clienti soddisfatti online che hanno interagito con l’assistenza:

  • Chat: 92%
  • Voce: 88%
  • Email: 85%
  • Web form: 85%
  • Facebook: 84%
  • Twitter: 77%

Inoltre gli utenti che usano una live chat spendono in media tra il 5 e il 30% in più rispetto agli altri utenti.

Proprio perché hanno la possibilità interagire con il tuo eCommerce e scoprirne tutti i segreti.

Ed è anche un modo per tranquillizzare l’utente e rassicurarlo nel prendere una decisione, ovviamente quella di comprare!

 

Conclusione

Mai come oggi il mercato degli eCommerce è in crescita. Come hai visto lo dimostrano i dati.

Però è necessario progettare e studiare accuratamente il tuo modello di business e la tua nicchia di mercato, capire il modo migliore per promuoversi adottando le corrette strategie di user experience.

Sempre di più dovrai avere un approccio UCD dove l’utente è al centro di tutto.

Un mondo dove il tuo utente detta le “regole del gioco” (anche se può spaventare) e ti guida verso la direzione.

In che modo?

Focalizzando gli sforzi sugli aspetti che sono in un certo senso “critici” e rispondendo con le soluzioni più adeguate, intuitive e agevoli che puoi offrire.

Solo in questo modo puoi offrire un servizio migliore e distinguerti dai tuoi competitors.

Sicuramente i tuoi utenti lo apprezzeranno e ti sceglieranno ancora per il prossimo acquisto.